34 regole e regole per la firma della vostra e-mail

34 regole e regole per la firma della vostra e-mail

Abbiamo già notato alcune insidie quando si tratta di firme di e-mail... Ecco perché abbiamo deciso di condividere con voi i nostri consigli, con una lista di cose da fare e da non fare...

1) Inserite il logo della vostra azienda

Questo consiglio può sembrare semplicistico a prima vista, ma alcuni utenti continuano a non inserire il proprio logo nelle firme delle e-mail. Sarebbe un peccato trascurare questa funzione, perché è un modo eccellente per farsi riconoscere dai propri contatti quando si parla con loro.

2) Rispettare la carta grafica dell'azienda

Come per ogni mezzo di comunicazione, i vostri visual e le firme delle e-mail devono rispettare la vostra identità grafica: è il vostro marchio di fabbrica, quello che vi permette di essere riconosciuti ma che garantisce anche la coerenza quando parlate.

3) Usate sempre i tag <tabella

I tag <table> consentono di creare tabelle. Vi consigliamo di usarli, soprattutto quando volete controllare la visualizzazione, il layout visivo e l'ottimizzazione delle vostre firme e-mail.

Balises <table>

4) Impostare sempre gli attributi "height/width" sulle immagini

Se seguite questo consiglio, avrete eliminato i problemi di proporzioni delle vostre firme. Infatti, specificare gli attributi "width" e "height" sulle immagini vi garantirà la giusta dimensione e quindi la corretta visualizzazione...

5) Usare il CSS inline con l'attributo style

Attualmente nel corpo delle e-mail è accettato solo il CSS inline. Speriamo che questo cambi presto..

6) Controllare il rendering sulla maggior parte dei dispositivi (mobile, Outlook, Gmail)

Poiché siamo utenti di tutti i canali di comunicazione, dovreste sempre assicurarvi che le vostre firme e-mail siano visualizzate correttamente su tutti i dispositivi, altrimenti potreste danneggiare la vostra credibilità.

7) Non superare i 650px in orizzontale

Se volete che la vostra firma sia leggibile anche su un telefono, non potete ignorare questo prezioso consiglio.

8) Non superare i 500px in verticale

Se non volete ritrovarvi con una firma più alta del corpo dell'e-mail, non saltate nemmeno questo consiglio.

Dimensions d'image

9) Controllate che i vostri dati di contatto siano aggiornati

Immaginatevi se uno dei vostri potenziali clienti decidesse finalmente di passare all'azione e di contattarvi: sarebbe un peccato se questa decisione fosse vanificata da un numero di telefono sbagliato, no?

10) Aggiungete un'icona di Twitter, Facebook o Linkedin per aumentare la vostra base di abbonati

È un peccato non sfruttare le opportunità quotidiane di crescita dei vostri social network!

11) Aggiungete l'ultimo post del vostro blog alla firma della vostra e-mail

Praticate il content marketing? È un'ottima strategia! Perché non utilizzare le firme delle vostre e-mail per massimizzare la lettura dei vostri white paper, newsletter o articoli del blog?

12) Rispettare la legge

Poiché la legge è in continua evoluzione e cambiamento, è bene essere al corrente delle ultime misure messe in atto perché, come sapete, nessuno può ignorare la legge..

13) Aggiungere Linkedin, ma quale (account aziendale o personale)?

Prima di prendere questa decisione, naturalmente, fate riferimento alla vostra strategia di comunicazione, ma per quanto ci riguarda, vi consigliamo sempre di dare la priorità al vostro account LinkedIn personale: gli utenti preferiscono parlare con le persone, non con gli account aziendali.

LinkedIn

14) Misurare il traffico generato dalle firme delle vostre e-mail

Come per qualsiasi obiettivo non specificato, quantificato o qualificato, una strategia che non preveda indicatori di misurazione è destinata a fallire. Non trascurate mai di valutare le vostre azioni: la misurazione e l'analisi del traffico possono permettervi di adottare alcune azioni correttive per raggiungere i vostri obiettivi.

15) Eliminare "Inviato dal mio iPhone

Apple fa già abbastanza pubblicità senza aggiungerne altra a ogni e-mail..

16) Orientare il contenuto della campagna di firma e-mail in base alla popolazione di utenti

Catherine del reparto contabilità e Gilles del reparto IT potrebbero non essere sensibili agli stessi tipi di contenuti, ma è essenziale fare appello ai loro interessi divergenti. Pianificare i contenuti in base alla popolazione di utenti vi semplificherà la vita: non c'è bisogno di scegliere..

17) Aggiungere il disclaimer

Non dimenticate di inserire il vostro disclaimer legale in fondo alle firme, ad esempio: "questa e-mail è riservata" o "non stampare".

18) Assicuratevi che i link nella vostra firma non siano morti.

Non c'è niente che sembri meno professionale di un link morto nelle vostre e-mail...

Liens morts

19) Includete nella vostra firma e-mail analisi di clic e statistiche

Anche in questo caso, non stiamo trascurando le misurazioni e le analisi. Ricordate, è questo che vi permetterà di raggiungere più rapidamente i vostri obiettivi.

20) Inserite un chiaro invito all'azione nel vostro banner

Un banner che non incoraggia un'azione non vale la pena di essere visualizzato. È meglio curare il messaggio prima di inviarlo.

21) Non inviate una guida pratica di 3 pagine affinché i dipendenti aggiornino da soli le loro firme.

Garantire una buona comunicazione attraverso le firme delle e-mail è un ruolo che spetta, per deduzione, al reparto comunicazione. Signitic è qui per far risparmiare tempo a voi e ai vostri dipendenti.

22) Non utilizzare punteggiatura, spunte o numerazione

Per evitare che i vostri clienti confondano la vostra firma con la loro lista della spesa.

23) Non creare la firma come un'unica immagine

Creando un'immagine, si rinuncia all'uso di funzioni come l'aggiunta di pulsanti: social network, mappe, ecc.

Images

24) Non utilizzare Comic Sans MS come carattere per le e-mail

In fondo, questo consiglio vale per qualsiasi materiale scritto o visivo...

25) Non abbiate paura di aggiungere immagini alla vostra firma, ma fatelo bene!

Evitate i gattini e le foto delle piante della nonna, preferendo immagini appropriate e professionali (anche se questo non significa che non possiate essere originali).

26) Non copiate un modello di firma da Microsoft Word

A meno che non invidiate il risultato di un display tutt'altro che funzionale...

27) Non lasciate questo compito ai computer

In genere sono (troppo) efficienti ma non molto creativi e hanno altre cose più critiche di cui occuparsi. Perché non contattare l'ufficio comunicazione?

Service informatique

28) Non aggiungete la vostra firma in cima alle e-mail

No, non vi spiegheremo perché è meglio iniziare la vostra e-mail con "Ciao" piuttosto che con "Cordiali saluti".

29) Non usare 17 colori

Aggiungere colori è un'ottima idea, ma è meglio evitare l'arcobaleno... Potrebbe danneggiare la leggibilità e la retina dei vostri contatti!

30) Non date per scontato che le vostre firme siano identiche su tutti i dispositivi

Se dovete controllare che le firme delle vostre e-mail siano visualizzate correttamente su tutti i dispositivi, ciò implica anche che non saranno identiche... Siate vigili!

31) Non sprecate spazio con informazioni non necessarie

Per essere letto e compreso, un messaggio deve essere chiaro, conciso e comprensibile, quindi andate dritti al punto e limitate le informazioni superflue.

32) Non date per scontato che tutti sappiano dove avete sede

A rischio di deludervi, sì, dovete specificare il vostro indirizzo nelle firme delle vostre e-mail.

33) Un titolo/lavoro per firma, per favore

La chiarezza è ancora lo strumento preferito da usare, quindi evitate firme come "Gilbert, associato, fondatore, freelance, life coach, voodoo", perché potrebbero causare scetticismo tra i vostri utenti finali..

34) Non sentitevi in colpa per aver letto tutto l'articolo

Al contrario, potete esserne orgogliosi: d'ora in poi sarete degli esperti e potrete gestire le vostre firme e-mail con ingegno!

Génie

Questo è tutto, l'articolo è finito, rimanete sintonizzati sul blog di Signitic: nuovi consigli e novità in arrivo!